Mortadella Bologna IGP, la golosità

 mortadella580a

Antichissima città universitaria fra le più ambite e prestigiose sin dal Medioevo, Bologna, capoluogo della regione Emilia Romagna, è situata nella Pianura Padana, a ridosso dei colli appenninici.

Ha un centro storico, il cui fulcro e la maestosa Piazza Maggiore, fra i meglio conservati d'Italia ed è nota come la città dei portici: oltre 38 km nel solo centro abitato.

Bologna è nota come la Dotta, per la sua università, ma anche come la Ghiotta o la Grassa per le sue numerose specialità enogastronomiche.

Fra le più famose è la Mortadella Bologna IGP, un insaccato cotto, preparato con una miscela di carni di suino.

fetta mortadella igp580

Caratteristiche
La Mortadella Bologna IGP ha una forma cilindrica od ovale, di colore rosa e dal profumo intenso, leggermente speziato.

Per la sua preparazione vengono impiegati solo tagli nobili (carne e lardelli di elevata qualità), triturati adeguatamente al fine di ottenere una pasta fine.

Il sapore è pieno e ben equilibrato grazie alla presenza di pezzetti di grasso di gola del suino che conferiscono maggiore dolcezza al salume.

Una volta tagliata, la superficie si presenta vellutata e di colore rosa vivo uniforme. La Mortadella Bologna IGP emana un profumo particolare e aromatico e il suo gusto è tipico e delicato.

 Mortadella di Bologna580b

Il prodotto possiede determinate caratteristiche chimiche e chimico-fisiche, come ad esempio un adeguato rapporto proteine/grassi e l'assenza totale di polifosfati aggiunti.

Cenni storici
Stuzzicante e golosa, la mortadella ha una storia secolare e, non a caso, è il salume più famoso della tradizione gastronomica del Bolognese.

Le sue radici affondano nel lontano XVI secolo e la tipica denominazione Bologna risale al 1661, anno in cui il cardinale Farnese pubblicò nel capoluogo emiliano un bando che codificava la produzione di questo salume e anticipava, per certi versi, l'attuale disciplinare di produzione.

Dal tardo periodo rinascimentale alle epoche successive, le tracce e le testimonianze storico-letterarie associate a questo prodotto sono sempre più numerose.

 allevamento maiali580

Seguendo la diffusione degli scambi commerciali dei prodotti alimentari, la tradizione della mortadella tipica si è estesa dall'area originaria di produzione, ai territori limitrofi.

Operatori qualificati di grande professionalità hanno trasmesso, di generazione in generazione, la ricetta e la passione verso questo salume affermatosi nei secoli.

Per questo, la Mortadella Bologna più essere prodotta soltanto nelle zone dell'Italia centro-settentrionale, tradizionalmente evocate, dove il famoso salume si è diffuso nel corso dei secoli fino ai nostri giorni.

Fasi di produzione
Si inizia con la selezione delle carni di suino provenienti dalla muscolatura striata e del grasso di alta qualità ricavato principalmente dal grasso di gola, costituisce i cosiddetti "lardelli".

bologna-fontana-del-nettuno580

La carne, dopo la sgrossatura, è opportunamente triturata. I lardelli sono invece cubettati, scaldati, lavati in acqua e sgocciolatoi. Dopo l'impastatura in macchine sottovuoto, il prodotto è insaccato e legato in involucri naturali o sintetici.

La fase più delicata è quella della cottura, che avviene in stufe ad aria secca, fino al raggiungimento di una temperatura minima, a cuore del prodotto, di 70°C.

Segue un rapido raffreddamento fino a che la temperatura all'interno del prodotto scenda al di sotto di 10°C.

Zona di produzione
La Mortadella Bologna IGP viene prodotta nelle regioni Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Marche, e Lazio, la provincia di Trento, nella regione Trentino-Alto Adige.

Consorzio Mortadella Bologna IGP
Milanofiori - Strada 4 - Palazzo Q8
20089 Rozzano (MI) Italy
www.mortadellabologna.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Share
comments

Altri prodotti DOP IGP