Jamal Taslaq sfila a Roma in nome della solidarietà

Jamal Taslaq ph A.Apolito580

Tailleur sinuosi e sofisticati in cadì di seta in toni squillanti, ricercati abiti da cocktail e da sera, sensuali abiti a sirena, da diva e da femme fatale con spacchi e scolli seducenti, preziose broderies dai disegni unici e dai riflessi luminosi eseguiti con perizia da petites mains e realizzate con fili di seta, pietre e intarsi di tessuti e di pelle.

E' un ponte fra Oriente e Occidente quello immaginato dallo stilista italo-palestinese Jamal Taslaq, protagonista di una grande serata romana di moda e beneficienza.

Una serata dedicata all'arte, all'eleganza, alla bellezza, alla musica e alla solidarietà andata in scena qualche sera fa nell'incantevole Coffee House di Palazzo Colonna, dimora storica settecentesca, scenario del charity event di Mondo Solidale Onlus.

L'associazione benefica presieduta da Rita Leo Valentini opera in Kenya a sostegno dei bimbi bisognosi africani, delle donne e di tutta la popolazione che necessita di cure mediche e ospedaliere portando aiuti concreti e materiali a una popolazione in gravi difficoltà.

Jamal Taslaq  ph. A. Apolito580

In questa cornice ha fatto il suo en plein il défilé dello stilista Jamal Taslaq, couturier talentuoso approdato nella capitale nel 1999 insediandosi in un elegante atelier in via Ludovisi 44.

Dopo avere calcato le passerelle di Parigi, New York, Dubai, il designer, unico stilista italiano ad aver sfilato nella prestigiosa sede dell'Onu nel 2014, ha proposto in una magica serata venti dei suoi modelli iconici che hanno sfilato sulle passerelle internazionali.

La cifra di Taslaq è fin dai suoi esordi la classe sartoriale degli abiti dal taglio sbieco, che lascia libero valorizzandolo il corpo della donna.

Molto applaudito in pedana fra gli specchi, gli stucchi e i marmi dorati del palazzo patrizio, un suggestivo abito da sera scarlatto con ricami sul corpo ispirati a un mosaico palestinese.

Jamal Taslaq ph. A. De Paolis

E a coronamento della sfilata non manca la sposa con una creazione dagli originali intarsi di legno d'ulivo e ricami in filo di seta.

Il couturier, che sfilerà nuovamente a Roma il 16 settembre e successivamente a Gerusalemme, ha vestito donne del calibro della Regina Rania di Giordania, della Principessa del Medio Oriente, della Principessa della Famiglia Al Saud dell'Arabia Saudita e persino Patty Pravo, in occasione del Festival di Sanremo, Sharon Stone e Ornella Muti.

Ad applaudire le toilette da sera elaborate e scenografiche del bravo stilista c'erano schierati in prima fila Pupo, Gigi d'Alessio, il maestro direttore d'orchestra Jacopo Sipari di Pescasseroli, la Principessa Elettra Marconi, il Principe Guglielmo Giovannelli Marconi e la sua consorte Vittoria Giovannelli Marconi, la Principessa Maria Pia Ruspoli e sua figlia Giacinta, Andrea Ripa di Meana, Vittorio Camaiani.

La serata, condotta da Elena Parmegiani direttore eventi della Coffee House di Palazzo Colonna, è stata animata dalle performance dell'attore Vincenzo Bocciarelli e della brava cantante jazz Cinzia Tedesco.

Jamal Taslaq  ph. C. Martone580

Enrico Maria Albamonte

Share
comments

Moda