Il miracolo della musica

vivere-la-musica305Il racconto di una vita di eccezione: la musica come educazione sentimentale.

Compositore prolifico e versatile, pianista e musicologo, uomo di profonda e vasta cultura, Roman Vlad per la prima volta apre lo scrigno della sua memoria per restituirci le vicende della sua lunga e avventurosa esistenza che abbraccia quasi un secolo della nostra Storia: i fatti, gli affetti, gli eventi, gli incontri - da Alfredo Casella a Igor Stravinskij a Riccardo Muti -, ma anche l'estenuante fatica che precede ogni sua felice ispirazione. Pagina dopo pagina, dall'infanzia in Romania agli studi nella Roma fascista, ai grandi successi ottenuti in tutto il mondo, Vlad riordina, con sapienza e ironia, gli infiniti ricordi della sua vita piena, interamente dedicata al miracolo della musica, e ci regala un vivido spaccato del Novecento culturale.

«Sono immerso nella musica da quando ho memoria di me. I miei primi ricordi musicali risalgono alla primissima infanzia, quando vivevo a Vascauti con i miei genitori nella grande casa di campagna di proprieta dei nonni materni. Vascauti, o Waschkoutz in tedesco, era un piccolo centro a circa 40 km da Czernowitz, antica capitale del ducato di Bucovina, dove sono nato il 29 dicembre 1919. In casa si faceva e si ascoltava molta musica; mio padre, magistrato, amava moltissimo l'opera lirica italiana, specie l'Aida. Avevamo il pianoforte, il grammofono e tanti dischi. Certo, non c'era la radio e tanto meno la televisione, si era ai primi anni del 1900!

Mia madre, come tutte le ragazze della buona societa di una volta, aveva ricevuto un'educazione adeguata, suonava il pianoforte, era bella e vivacissima e mi aveva insegnato a nuotare, a giocare a tennis e ad andare a cavallo. Io ero affascinato dai suoni, catturato dalla loro magia, li cercavo e toccavo gli strumenti musicali che avevamo in casa».

Vivere la musica, Roman Vlad, Einaudi, pp.239 , € 14,00.

 

Share
comments

Musica

  • Grand finale…

    Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017, ultimo trascinante fine settimana con…
  • Orbetello Jazz…

    La grande musica jazz "invade" uno dei luoghi più suggestivi della Toscana:…
  • Echos, I Luoghi e…

    Torna dal 29 aprile al 4 giugno 2017 il festival Echos, I Luoghi e la…
  • Un americano a…

    È iniziata il 14 gennaio a Bologna e girerà l'Italia fino al 2 aprile 2017…
  • Parma fa rima…

    È vero che la musica, così come il silenzio, riescono a far ritrovare…
  • Capodanno a Genova…

    Genova è entrata nella classifica delle 10 migliori mete per trascorrere il…
  • Barbatelle ovvero…

    Tutti contro il duca-tiranno di Cabernet Sauvignon che ha conquistato i…
  • Edn Jazz Quartet in…

    Sabato 23 maggio 2015, dalle 21.30 alle 23.00, al prestigioso "Lumiere" di…
  • A Genova il 54°…

    Sono 31 i giovani concorrenti selezionati per la fase finale del 54°…
  • Gianni Schicchi,…

    Fate mente locale. Divina Commedia, Inferno, canto XXX: tra i falsificatori…
  • Abbado, bacchetta…

    Il direttore d'orchestra Claudio Abbado, forse il maggiore in Italia dopo…
  • Traviata, follia…

    Il 6 marzo 1853, al Teatro La Fenice di Venezia, la prima della Traviata fu…
  • Aida, un grand…

    Inutile cercare il romanzo o la commedia da cui sarebbe stata tratta la…
  • Locus Festival

    Appuntamento consolidato con la buona musica d'estate in Puglia, il Locus…
  • Vasco Rossi, siamo…

    Il cantautore provocatore, ormai ultra 60enne, non smette di stupire. Nato…
  • Che musica a…

    Arriva l'estate e Monfortinjazz ritorna, una delle manifestazioni musicali…
  • Carmina Burana al…

    Un allestimento dei "Carmina Burana"del coreografo cinese di adozione…
  • Il miracolo della…

    Compositore prolifico e versatile, pianista e musicologo, uomo di profonda…
  • Un gentleman…

    Classe 1944 da Birmingham, appassionato di corse automobilistiche,…