Francesco Martelli, la gioia del sorriso

Francesco Martelli Microdentistry

Dentista e docente universitario di fama internazionale (fondatore dell'Istituto di ricerca Microdentistry di Firenze e "nume" delle cliniche EDN - Excellence Dental Network) Francesco Martelli è un pioniere dell'innovazione e della ricerca in campo odontoiatrico, con l'utilizzo del laser, dei test biomolecolari, del microscopio operatorio e della prevenzione e cura non invasiva della parodontite.

Lancia ora la nuova sfida con la fondazione IAMT - Italian Association for Medical Tourism Development, per invertire il flusso del cosiddetto turismo medico, che oggi vede soprattutto gli italiani andare all'estero a curarsi, mentre assai esiguo è il movimento opposto, quello degli stranieri che vengono a curarsi in Italia.

Le visioni di Michelangelo, una passeggiata sull'Arno e poi un comodo lettino da dentista. La grande bellezza dei convivi, dei sapori e dei panorami mediterranei, quindi la gioia di vedersi restituito un sorriso che sia un'opera d'arte.


È il background e il fondale su cui opera con passione inestinguibile Francesco Saverio Martelli, odontoiatra e docente universitario di fama internazionale, fondatore dell'Istituto di ricerca Microdentistry di Firenze e "nume" delle cliniche EDN - Excellence Dental Network, attive in mezza Italia e all'estero.

sorriso580

È da trent'anni un pioniere dell'innovazione e della ricerca in campo medico, con l'utilizzo del microscopio chirurgico, il laser e la prevenzione e cura non invasiva della parodontite, oltre a tanta ricerca, l'ultima quella sulle cellule staminali.

Calabrese di Torre di Ruggiero (dove la scorsa estate ha ricevuto dal sindaco Giuseppe Pitaro le "Chiavi della città") Martelli è cresciuto culturalmente e professionalmente a Firenze.

È qui che che la la base il suo quartier generale di via dell'Ariento, nel cuore del centro storico, tra il Duomo e Santa Maria Novella, fulcro della rete EDN che dà lavoro a 110 persone, con un'età media di 33 anni, di cui il 70% donne.

La sua affermazione come uomo dell'odontoiatria 2.0 parte da lontano, dalla curiosità, dalla ricerca di cose nuove, oltre l'accademia e l'abitudine.

Tra le eccellenze italiane ci si dimentica spesso dei professionisti che come lui, senza clamore e grazie solo a impegno, capacità, tenacia, lungimiranza rappresentano oggi una certezza, e col loro esempio indicano la strada attraverso cui risalire la china della crisi e della demotivazione.

edn martelli Microdentistry4

"Ero studente al Liceo Classico, era il 1976 - racconta Martelli - stavo preparandomi per la maturità, George Lucas non aveva ancora prodotto 'Guerre stellari', ma il laser con le sue potenzialità e peculiarità mi affascinava e decisi allora di presentare una tesina sull'argomento".

"Un interesse che si è mantenuto vivo negli anni della laurea e anche dopo, quando ho avviato un percorso formativo non canonico, frequentando master, congressi e conferenze dedicate alla microscopia operatoria e alle applicazioni cliniche dei laser di alta potenza".

"Le due tecnologie, entrambe all'epoca sconosciute nel nostro settore, mi hanno precocemente messo in contatto con aziende produttrici per le quali 'ricerca e sviluppo' facevano veramente la differenza in termini di competitività".

Martelli è l'ideatore di un protocollo di cura, studiato e applicato anche all'estero, che grazie ai suoi risultati tangibili ha sfatato la convinzione, ampiamente diffusa, che dalla parodontite non si possa guarire del tutto, e che la sua cura sia comunque lunga, dolorosa e costosa.

''Per prima cosa - spiega il dottore - occorre una buona diagnosi, che prevede l'esecuzione di due test: uno microbiologico e uno di rischio parodontale. Il test microbiologico serve a individuare il tipo e la percentuale dei batteri patogeni in rapporto ai batteri totali presenti in bocca, quindi il gruppo di appartenenza degli stessi".

edn martelli Microdentistry 

"Il test di rischio parodontale serve invece a calcolare la predisposizione personale a contrarre la malattia: in base alla percentuale di rischio viene poi identificata la terapia adeguata. Si procede, dunque, alla levigatura delle radici eseguita col microscopio, che garantisce una precisione altissima". 

"Entra poi in azione il laser, che riesce a detergere i tessuti in profondità ed eliminare i batteri anche nelle zone meno accessibili delle tasche parodontali, senza dover tagliare le gengive. L'eliminazione dell'infezione è contestuale alla bio-stimolazione delle cellule promotrici per il rinnovamento dei tessuti, che consentono una parziale rigenerazione dei tessuti parodontali con un minor costo biologico ed economico''.

Non è certo questo, ciò che viene offerto sottocosto negli studi dentistici biomedici dell'Est Europa. Qui parliamo di eccellenza medica, di un "made in Italy" di cui essere orgogliosi, da valorizzare e da mettere a sistema. Restando alla prevenzione e alla cura della parodontite, Martelli sottolinea che si tratta di fattori importanti non solo per salvare il proprio sorriso.

Non va dimenticato, infatti, che la bocca è una porta di accesso alla circolazione sanguigna e che numerosi studi hanno riportato la chiara correlazione tra parodontite e varie malattie, come l'aterosclerosi, il diabete, l'osteoporosi e anche con i problemi di fertilità sia maschile che femminile.

"La nostra più grande soddisfazione - dice - è vedere arrivare colleghi e pazienti da tutto il mondo a ricevere formazione e terapie sulla parodontite in Italia".

 edn martelli Microdentistry1

"La prova che il nostro Paese ha ancora tante carte da giocare, la dimostrazione che l'innovazione tecnologica e la ricerca applicata sono l'unica strada da percorrere, e che spendere risorse ogni anno per l'integrazione delle nuove tecnologie in ambito odontoiatrico, come in altri ambiti scientifici, è il migliore degli investimenti..."

"E poi, più semplicemente e concretamente, la gioia del sorriso dei pazienti, spesso molto giovani, guariti dalla parodontite conservando i loro denti e preservandone funzione ed estetica"

Martelli, un vero "vulcano" di iniziative, è anche fondatore e animatore dello IAMT, l'Italian Association for Medical Tourism Development, una preziosa iniziativa cui tiene particolarmente e che si pone come obiettivo di invertire il flusso del cosiddetto turismo sanitario, che oggi vede sopratutto gli italiani andare all'estero a curarsi, mentre assai esiguo è il movimento opposto, quello degli stranieri che vengono a curarsi in Italia.

E non perché non ci sia il prodotto, anzi. L'Italia vanta eccellenze mediche nei più svariati campi, molto competitive anche in termini di rapporto qualità prezzo. Peccato che finora nessuno si sia occupato di promuovere nel mondo queste eccellenze medico-scientifiche e affiancarle alla già straordinaria offerta turistica tradizionale del Belpaese.

"Siamo partiti da un dato preoccupante - spiega Martelli - il turismo sanitario ha portato via dall'Italia oltre 200mila pazienti che si sono recati all'estero per ottenere prestazioni sanitarie. Nel 2009 erano 20mila.

edn martelli Microdentistry2 

Spesso per curarsi i denti, a prezzi stracciati, ma senza garanzie di serietà, attratti da pacchetti integrati, e non solo dalle parcelle più basse dei dentisti in Croazia, in Romania e Ungheria, le mete più gettonate".

Per il dottore basterebbe semplicemente estendere e mettere a sistema le buone pratiche già in atto, per invertire la rotta. Perché questo "miracolo" già avviene, e da anni, nelle sue cliniche, a cominciare dalla sede di via dell'Ariento, dove come detto si applica la rivoluzione dell'odontoiatria 2.0.

Qui si fa 'uso di laser ad alta potenza che rendono inutili e superati bisturi e dolorose incisioni per la maggior parte delle terapie, l'uso del microscopio chirurgico e la realizzazione micro-meccanizzata delle protesi, con la scannerizzazione 3D del cavo orale e l'elaborazione di modelli virtuali.

"Negli ultimi 15 anni - dice Martelli - ho viaggiato moltissimo all'estero per motivi di lavoro, di formazione, e per partecipare a congressi. 

"E' stata la promozione implicita che questa mia presenza ha generato, a far sì che nelle mie cliniche sia arrivato un considerevole e sempre crescente flusso non solo di colleghi medici e studenti e ricercatori stranieri attratti dall'innovazione tecnologica e la nostra ricerca applicata, ma anche di pazienti convinti dalla convenienza di farsi curarsi a Firenze, non solo dunque per il rapporto qualità\prezzo, ma anche per la possibilità di coniugare lo studio con la vacanza in una delle città d'arte più belle del mondo".

edn martelli Microdentistry staff

Insomma l'idea del turismo sanitario verso l'Italia è non solo concreta e possibile, ma vincente, quanto necessaria da percorrere per no lasciare il nostro Paese al palo e assistere passivamente agli incrementi turistici degli altri. Va solo, come detto prima, messa a sistema, e crederci per davvero con lo stesso orgoglio, per esempio, con cui i grandi stilisti hanno imposto la moda italiana nel mondo.

"Con l'associazione IAMT - conclude Martelli - stiamo moltiplicando gli incontri. A settembre eravamo per esempio presenti a Washington, al World Medical Tourism & Global Healthcare Congress, dove abbiamo cominciato a stringere relazioni a livello internazionale tra gli operatori del settore".

"L'obiettivo è ora quello di creare al più presto una rete che veda insieme tutti i player: medici specializzati nelle varie discipline, operatori turistici, albergatori, agenzie di viaggio e anche Istituzioni che non possono non essere parti in causa per la prospettiva di un serio rilancio dell'incoming verso l'Italia".

Filippo Tronca

www.microdentistry.it  - www.excellencedentalnetwork.com  - www.parodontite.it 

Share
comments

Stare Bene

  • Maison Bereto,…

    Emozioni di bellezza assoluta. Quelle della campagna toscana che non ha…
  • Martha Mulser e il…

    Escursioni nel maso di erbe biologiche di Martha Mulser nell'area vacanze…
  • Terranéa, i…

    La parola “cosmetica” rimanda a “cosmo”, ordine divino e armonico; tutti i…
  • Poltrona massaggio…

    Stimola le fibre muscolari e migliora la circolazione del sangue, offre…
  • A San Valentino…

    A San Valentino, attenzione all'igiene orale e allo scambio di effusioni…
  • Francesco Martelli,…

    Dentista e docente universitario di fama internazionale (fondatore…
  • Le romane sono le…

    Le donne romane sono le più curate d'Italia, seguite da milanesi e…
  • Pelle giovane con…

    È risaputo che le malattie cutanee, in particolare l'acne e la psoriasi,…
  • Yogi Tea, il…

    Sostenibilità, rispetto dell'ambiente, etica ed effiacia. Ecco il sintesi…
  • Camminare è vita

    Camminare a ritmo sostenuto fa vivere più a lungo. Non una camminata lenta…
  • Farmamenu, guida…

    Si chiama "FarmaMenu" la guida on line che permette di scoprire circa…
  • Il supereroe della…

    Mr. Fruitness, il supereroe della frutta ideato dal CSO nel lontano 2006,…
  • Energia allo xango

    di Mauro Carena Oggi apprezzati in tutto il mondo, il succo e i prodotti…
  • Benessere creativo

    In rete si cresce. Questo potrebbe essere lo slogan che ha portato alla…
  • Fonte di giovinezza

    Nelle società occidentali tecnologicamente più avanzate, la percentuale…
  • Prepararsi per la…

    Tutti pronti per la prova costume? Alzi la mano chi non ha bisogno di…
  • Come bere acqua

    Il nostro corpo ha un assoluto bisogno di almeno 6-8bicchieri da 250cc di…
  • In forma a primavera

    Come iniziare la nuova stagione nella migliore condizione psicofisica. Ecco…
  • Leggende…

    “Chi bello vuole apparire, un poco deve soffrire!” …è ciò che si sente…