Tanta natura

formaggi500

Il Parco regionale della Grigna Settentrionale, si estende fra i territori dei comuni di Cortenova, Esino Lario, Parlasco, Pasturo, Perledo, Primaluna, Taceno, Varenna. Fra i piccoli tesori d'arte, nelle innumerevoli chiese e chiesette che costellano l'intero territorio del Parco, si possono trovare capolavori, come i quadri di Luigi Reali, conservati a Pasturo nella parrocchiale di Sant'Eusebio e nel Santuario della Madonna della Cintura o le chiese di Varenna, che spaziano dal romanico al barocco.


Esino Lario vanta il gioiellino di fondazione medioevale San Pietro a Ortanella, Parlasco la chiesa di Sant'Antonio Abate, Cortenova l'oratorio dei Santi Fermo e Rustico e Primaluna la parrocchiale, che fu matrice della pieve di Valsassina. E che dire dei castelli, da quello di Vezio alla torre di Introbio, alla rocca di Baiedo?

Viene voglia di esplorare la zona anche alle quote più basse, lungo un ampio anello attorno alla montagna: da Pasturo alle rive del lago, da qui fino a Varenna, risalendo quindi la Val d'Esino, che per Parlasco riporta in Valsassina. C'è l'imbarazzo della scelta, a Pasturo, quanto a esempi della tipica architettura abitativa valsassinese: una o più logge sovrapposte per avere quanto più spazio coperto e soleggiato, a seccarvi castagne, noci, fagioli, grano saraceno, più tardi granoturco e altri prodotti campestri.

Primaluna conserva i tratti nobili impressi dai Della Torre: severe e massicce architetture, dove non mancano portali gotici, stemperate dai segni della fede, quali i Santuari mariani (Maria Immacolata in Barcone, la Madonna di San Rocco in Primaluna e la Madonna Bambina di Cortabbio). Il vecchio nucleo di Cortenova, con il suo reticolo di strade e stradette, introduce all'oratorio di San Fermo, il più significativo esempio di architettura barocca dell'intera Valsassina, con interessanti sculture lignee e tele dipinte.

trollius500Anche la chiesa parrocchiale di Taceno, come molte altre della zona, rientra nel patrimonio del «barocco alpino», interessante sedimentazione di opere, testimonianza del legame degli antichi con la terra natale.

In paese si conserva una fonderia di rame le cui attrezzature, in particolare il maglio, sono alimentate dalla forza idraulica del torrente Maladiga.

Romantico è il vecchio nucleo di Varenna che si specchia nel lago; preziose le quattro chiese addossate fra loro: San Giovanni, la più antica di tutto il Lario, San Giorgio, di impianto romanico e ricca di opere d'arte, le seicentesche Santa Maria delle Grazie e Santa Marta.

Curioso è poi il Fiumelatte, assieme all'Orrido del vicino Bellano. Incantevoli sono infine i contigui giardini delle Ville Cipressi e Monastero.


Dalla Riviera, cominciate a risalire la Val d'Esino: da Olivedo la strada porta nel Monte di Varenna, con l'antico borgo di Perledo e le sue frazioni. Vezio, un mucchietto di case attorno al vetusto oratorio di Sant'Antonio, quasi accovacciate sotto la torre del castello, Gittana, Regoledo, Gisazio, Bologna.. Testimonia l'origine remota di Perledo il campanile romanico di San Martino, che la tradizione lega a Teodolinda, regina dei Longobardi.

Poi, quando il lago scompare alla vista, ci si è ormai addentrati nella Conca d'Esino. Conduce alla parrocchiale del paese un viale con le stazioni della Via Crucis dello scultore Michele Vedani. Più su, i prati d'Agueglio caratterizzano la bella sella tra il San Defendente e il Sasso Mattolino; il Sasso di Narele è quasi una balconata gettata sopra il precipizio, dalla quale la scena del lago è indimenticabile. Da visitare i Piani di Ortanella con la chiesetta Romanica di S. Pietro, nonché il pascolo del Cainallo, attrezzato nella stagione invernale con impianti di risalita. Il centro abitato di Parlasco, «piccolo villaggio situato su un ripiano tagliato nelle dolomie del Sasso Mattolino - lo dice il Magni - è circondato da bellissimi prati morenici e gode di una mirabile prospettiva sulla Valsassina, sulla Val Casargo, sulla Muggiasca. È luogo di profondissima quiete».

Sapori e profumi

parco500_copyÈ naturale cercare di scoprire i luoghi che si è scelto di visitare anche attraverso i sapori ed i profumi dei prodotti tipici locali.

Quelli del Parco, semplici, genuini e gustosi, sono il risultato di una lunga storia di tradizioni tramandate di padre in figlio, che passano per le pratiche di alpeggio e la produzione di un latte particolarmente pregiato, che solo il pascolo dei bovini nei prati fioriti di queste montagne può dare.

La lentezza e la sapienza dei gesti antichi sanno poi creare gli splendidi quartiroli di monte ed i taleggi, stagionati a lungo in grotte, la cui fama trascende largamente il luogo di nascita.

Il pascolo in alpeggio degli animali rende ancora possibile la prosecuzione di tradizioni antiche e inimitabili, che si traducono anche in formaggi di monte e gustosissimi caprini, più o meno stagionati.


Numerose sono le testimonianze scritte che attestano come, in tutta la Valsassina, fin da tempi remoti, la zootecnia alpina, e l'arte casearia ad essa legata, abbiano avuto espressione originale e vivace di tecnica ed artigianalità. La trasformazione del latte e la produzione del formaggio hanno valso alla valle una posizione di rilievo nel panorama caseario italiano ed internazionale. Tipicamente, sui monti di Pasturo si producevano, e si producono tuttora, taleggi, stracchini e quartiroli, gustosissimi formaggi molli di pronto consumo, che si ottengono da latte intero appena munto.

La Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val D'Esino e Riviera, in collaborazione con il CNR di Milano, ha svolto in questi anni numerose ricerche sullo stracchino quadro, per codificarne la modalità di produzione ed ottenere il meritato riconoscimento ufficiale . Sull'altro versante della Grigna, alla Malga Moncodeno, si producono invece i classici e saporiti caprini che vengono aromatizzati con erbe, noci, peperoncino, oltre alle classiche formaggelle (a latte intero misto vaccino e caprino), che meglio si adattano ad una lunga conservazione.

telekia500Quanto mai interessante è degustare le produzioni casearie abbinate alle marmellate o al miele: il risultato è un'esplosione di gusti intensi, che conservano al loro interno tutti i saperi e i sapori del Parco. Dalla tradizione contadina ci arrivano inoltre sulle tavole piatti unici molto sostanziosi, quali la polenta taragna, le zuppe, le minestre, ma anche dei deliziosi dolci, in cui predominano i sapori e i frutti dei boschi delle Grigne.

Merita infine una segnalazione l'olio del lago, una produzione di altissima qualità organolettica, che può fregiarsi della Dop (Denominazione di Origine Protetta) "Laghi Lombardi – Lario"; si ottiene dalle coltivazioni situate principalmente sui terrazzamenti a lago di Perledo e Varenna. Una buona occasione per una degustazione guidata è la manifestazione "Goccia d'oro", che viene organizzata tutti gli anni nel mese di luglio nel comune di Perledo.La genuinità dei prodotti, tra i quali primi fra tutti i formaggi, fanno da significativo contorno ad un'esperienza, la visita del Parco, che di certo non vi lascerà indifferenti.

Contatti:

Il Parco ha sede presso la Comunità Montana
Via Fornace Merlo, 2
23816 Barzio
tel. 0341910144 fax 0341910154).
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.parcogrigna.it/

 

 

Share
comments

Viaggi

  • Valtellina in bianco

    L'inverno in Valtellina è tutto da scoprire: i numerosi chilometri di piste…
  • Four Seasons…

    Four Seasons Hotels and Resorts svela il nuovo itinerario del Four Seasons…
  • Tuffo nella storia…

    Abbadia San Salvatore (Siena) rinnova una delle più suggestive rievocazioni…
  • Gozo, relax e…

    Per gli amanti del mare, del sole e della cucina mediterranea, una visita…
  • Genova città…

    Nel 2016 ricorre il decennale del riconoscimento da parte dell'Unesco del…
  • Un'estate di…

    Tra le maestose vette del Catinaccio e del Latemar si nasconde il mondo…
  • Merano, estate ai…

    Nell'anfiteatro del Laghetto delle Ninfee, sotto la luna e le stelle,…
  • Oasi d'amore a…

    Ben 1.500 metri quadrati dedicati all'amore in tutte le sue sfaccettature,…
  • DOLOMITI 2016:…

    Ciò che è giusto per tutti, dev'essere diverso per ognuno. È questa qualità…
  • Celebrity Cruises:…

    Modern Luxury. Questa è la vera essenza di una crociera firmata Celebrity…
  • Macerata, città del…

    Macerata è uno dei più interessanti capoluoghi di provincia delle Marche.…
  • Belluno, la città…

    Belluno sorge sulla destra del fiume Piave, in mezzo a una vasta conca fra…
  • L'Italia delle…

    I Sassi di Matera sono stati iscritti nella lista Unesco nel 1993, primo…
  • Merano, ai Giardini…

    I Giardini di Sissi di Merano spalancano le porte alle famiglie con bambini…
  • Trenino della…

    Comodamente seduti sui sedili di un piccolo trenino turistico rosso fuoco,…
  • Ciuco Raduno 2.0 in…

    Il fine settimana dal 12 al 14 giugno la Val Tramontina, in Friuli, sarà…
  • Festival delle Rose…

    Profumo, colore e bellezza: è in corso fino al 10 maggio 2015 il Festival…
  • Un secolo di vita…

    Miami Beach festeggia i 100 anni e si presenta completamente mutata…
  • Torre di Pisa,…

    I lavori iniziarono il 9 agosto del 1173, che secondo il calendario pisano…
  • Pompei, la città…

    Per 1700 anni Pompei fu letteralmente cancellata dalla faccia della terra,…
  • Reggia di Caserta,…

    Carlo III di Borbone, re di Napoli, non aveva in sostanza una vera sua…
  • Colosseo, una…

    Chiamato dagli antichi Romani, "Anphitheatrum Flavlum" (Anfiteatro Flavio),…
  • A Lana la geografia…

    Good place or bad place? È la domanda tormentone dell'estate a Lana e…
  • Palio di Ferrara,…

    Bandiere al vento disegnano acrobazie in aria, cavalli al galoppo si…
  • Siena, la dolce…

    Siena, la città del Palio, è uno dei centri più visitati e più conosciuti…
  • Parco Pineta,sempre…

    Il Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate ha inaugurato l'impianto di…
  • Aosta, la Roma…

    Aosta, capoluogo elegante della regione autonoma Valle d'Aosta con circa…
  • Firenze, culla del…

    Firenze è una delle città più conosciute del mondo. È stata per molti anni…
  • I Bronzi di Riace…

    La personalizzazione dell'intera fusoliera di un aeromobile Inz e di un…
  • Parco Pineta: oltre…

    La Lombardia ha un cuore verde ricco di biodiversità, un cuore che batte al…
  • Milano,…

    Ho sempre avuto una memoria visiva insuperabile per l'amata Milano. A…
  • Bolzano, piacere…

    Detta la "città dai mille dialetti" o "degli incontri", Bolzano rappresenta…
  • Trento, una città…

    Trento è la provincia italiana dove si vive meglio secondo la ricerca…
  • Napoli la più…

    Dimenticate Firenze, Roma e Venezia, per la giornalista americana Rachel…
  • Dolomiti, slitta…

    La stagione invernale 2014 nelle Dolomiti è sotto il segno dello slittino,…
  • The Chedi…

    Il 20 dicembre 2013 si aprono ufficialmente le porte per i primi ospiti di…
  • Parco Orobie…

    Il Parco delle Orobie Valtellinesi custodisce nel suo interno montagne che…
  • Lutago, il regno…

    È un laboratorio di scultura in continuo fermento l'Area Vacanze Valle di…
  • I Mercatini…

    La magia del Natale e la bontà dei dolci tipici arrivano anche a Lagundo,…
  • Estella viaggia nel…

    "Abruzzo un viaggio nel tempo". È questo l'evocativo titolo del libro che…
  • Parco del Monte…

    Il Parco del Monte Barro, situato alle porte di Milano, è caratterizzato da…
  • Siti Unesco si…

    L'Italia è il paese dei mille campanili: il belpaese ha una profondità…
  • Val Camonica,…

    Le prime tracce dell'uomo in Valle Camonica risalgono almeno a 13mila anni…
  • Orobie Bergamasche,…

    Il Parco delle Orobie Bergamasche ha un regime di tutela che lo…
  • Bolzano, un'estate…

    MusicaArriva agosto e ancora una volta la città di Bolzano diventa capitale…
  • Trieste, eccellenze…

    Lo spettacolo di Trieste dal mare illuminata dalle mille luci della sera,…
  • Iberotel, nel verde…

    Circondato dal verde del Parco naturale “Marina di Ugento”, a pochi passi…
  • A strapiombo sul…

    Il Parco Alto Garda Bresciano, con le rocce strapiombanti nel lago, gli…
  • Cilento, paradiso…

    Un Parco con annesse riserve marine, i templi di Paestum, la Certosa di…
  • St. Moritz, clima…

    St. Moritz è una delle località turistiche più conosciute al mondo. Chic,…
  • Una borsa di…

    Taglio del nastro giovedì 15 novembre alle ore 10 per la XV edizione della…
  • Tanta natura

    Con legge n. 11 del 2 marzo 2005 è stato istituito il PARCO REGIONALE…
  • Costiera…

    La costiera amalfitana è il tratto di costa campana, situato a sud della…
  • Il nonno dei parchi

    Il Parco nazionale dello Stelvio , istituito nel 1935, è uno dei più…
  • Alla corte dei…

    Quando si arriva a Mantova il tempo sembra essersi fermato. La città…
  • Firenze, il centro…

    Patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco nel 1982, il Centro…
  • Adamello, cuore…

    Il Parco dell'Adamello si trova al centro della catena alpina, nelle Alpi…
  • Parco Pineta,…

    Il Parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate (chiamato anche…
  • L'arte in villa

    «Piazza Armerina: nel cuore della Sicilia, il cuore della Sicilia. Posso…
  • La Firenze del Nord

    Da quando lo scrittore Johann Gottfried Herder vide Dresda e il suo…
  • Bernina, viaggio…

    Un treno rosso, tra montagne verdi, spesso coperte di neve e ghiacci. E poi…
  • Un Piemonte mai…

    Ripercorrere la Via del Sale e scorrazzare in vespa tra Langhe e Roero;…
  • Colletorto, il…

    Era il 2 agosto del 216 a. C. quando, sulla riva del Fortore, il fiume che…
  • Tra mare e montagne

    Le Cinque Terre sono la Liguria all’estremo. In una regione che ha trovato…
  • Alla scoperta del…

    Il Collio all’insegna della sostenibilità ambientale. La Giant, uno dei…
  • Eolie, le isole…

    Eccolo, l’arcipelago. Dieci isolotti di cui solo sette abitati. Alicudi, la…
  • Scavi di Ercolano…

    All’ombra dell’arida schiena del formidabile monte (“sterminator Vesevo”…
  • Qualita della vita…

    Sono le ultime arrivate. Ma probabilmente le più apprezzate. Con voto…
  • Il beau vivre di…

    Consacrato alla storia negli Anni Cinquanta grazie a Brigitte Bardot e al…