Macerata, città del buon vivere

macerata580 

Macerata è uno dei più interessanti capoluoghi di provincia delle Marche. Affascinante già per la sua collocazione geografica, la città è infatti posta su di un colle di 315 metri di altitudine, come molte città medievali con scopo di difesa e controllo del territorio circostante, e contenuta tre le valli dei fiumi Potenza e Chenti. 

A completare la cornice di questa magnifica cittadina sono il mare Adriatico, a soli 30 km e l'appennino umbro-marchigiano. Con i suoi monumenti storici, i palazzi nobiliari e le belle chiese, corredati da eventi culturali che ne vivacizzano le strade, è una località animata e interessante da ogni punto di vista. 

Passeggiando per le strade del centro storico ci si imbatte in testimonianze storico-artistiche eloquenti, preziose per ricostruire il passato di Macerata. Prima fra tutte la Cattedrale, chiesa episcopale della Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia.

Costruita tra il 1771 e i 1790, nell'attuale versione neoclassica, sul sito della preesistente Pieve di San Giuliano, ha una facciata incompiuta e mostra i resti di un campanile gotico-fiorito quattrocentesco, attribuito a Marino di Marco Cedrino. 

SFERISTERIO macerata 

All'interno, ampio e luminoso, si ammira una pala di Cristoforo Unterbenger del 1786, raffigurante San Giuliano e la Madonna col Bambino, e nelle cappelle laterali sono custodite altre opere tra cui una bella pala seicentesca e un mosaico con San Michele Arcangelo.

Tra gli edifici civili spicca il Palazzo dei Diamanti del XVI secolo, commissionato all'architetto Giuliano Torelli da due facoltosi mercanti, il Mozzi e il Marchetti, e così chiamato per il particolare taglio delle pietre sulla facciata, che riprende l'opera compiuta da Biagio Rossetti sull'omonimo palazzo ferrarese. 

Il sontuoso scalone interno è opera del Ferri, proprietario dell'edificio a partire dalla fine del Seicento. Oggi la struttura appartiene alla Banca d'Italia. Interessante anche il Palazzo del Comune, realizzato alla fine del XVII secolo ma rimaneggiato, nella facciata, intorno al 1820. 

Preceduto da un porticato e percorso, nella parte alta, da una lunga balconata, ospita nell'androne e nel cortile una ricca collezione archeologica con reperti provenienti da Helvia Recina e da Urbisaglia: epigrafi etrusche, romane ed ebraiche sono affiancate da urne e steli funerarie, statue romane e un sarcofago paleocristiano.

cattedrale san giuliano macerata

Di tutt'altro genere è lo Sferisterio, una grande arena costruita per volere dei maceratesi per il gioco della palla col bracciale, un'abilità sportiva molto diffusa nelle Marche a partire dal Quattrocento sino a metà Ottocento. 

Iniziato nell'ottobre del 1820 e inaugurato soltanto nel 1829, il teatro ospitò per la prima volta un'opera lirica nel 1921, quando propose una grandiosa edizione dell'Aida. 

Dal 1967 ai giorni nostri, nel periodo estivo, le Stagioni Liriche dello Sferisterio attirano a Macerata un gran numero di turisti, per la qualità degli spettacoli ma anche per l'aspetto magico dell'arena, monumentale e intima allo stesso tempo, con impeccabili condizioni di visibilità e di acustica. Qui si tiene ogni anno il rinomato Sferisterio Opera Festival. 

Gli spettacoli, le rassegne e le manifestazioni vengono curate con dedizione a Macerata, che non a caso aderisce all'Associazione delle Città d'Arte e Cultura. 

palazzo-dei-diamanti macerata

La presenza dell'Università, tra le più antiche del mondo, fondata nel 1290, contribuisce a farne una città giovane e animata, attenta alla componente storica ma anche proiettata verso le esigenze future, e alcuni appuntamenti musicali nell'arco dell'anno le danno un tocco suggestivo in più. 

Oltre alla stagione lirica già citata, ospitata dallo Sferisterio, la città è protagonista del Musicando Jazz Festival per tutto il mese di luglio, mentre in settembre accoglie il Festival delle Arti. 

I prodotti tipici rispecchiano la tradizione rurale e contadina. Tra essi troviamo ottimi salumi come la lonza, il salame lardellato, la coppa, il famoso salame Ciauscolo, reso morbido (quasi spalmabile) dall'alta percentuale di grasso nell'impasto. 

Anche la produzione di formaggi è molto fiorente grazie agli allevamenti di ovini, di razza Vissana e Sopravvissana, che producono ottimi pecorini e ricotte. 

Ciauscolo igp580b

Macerata, come tutta la provincia, vanta un'antica tradizione gastronomica fatta di ingredienti semplici e genuini, di sapori unici, di tempi peculiari. 

Una cucina che porta in tavola ingredienti freschi e di prima qualità, ma soprattutto antica saggezza e remote tradizioni. Alcune ricette sono ancora proposte - in alcuni casi regolarmente in altri solo in particolari occasioni - nei ristoranti e negli agriturismi locali. 

È il caso dei vincisgrassi e delle tagliatelle con sugo di papera, dei frascarelli e dei calcioni, della pezzata e della polenta costarelle e salsicce, dei tajulì pilusi e dei maltagliati con i ceci, dei crostini con fegatini di pollo o delle verdure fritte in pastella. 

Anche i forni tramandano antiche tradizioni e producono ancora dolci di altri tempi come scroccafusi, cicerchiata e sfrappe, tutti tipici del carnevale, e focacce salate come la crescia co li sgrisciuli. 

calcione treia580

Altre ricette sono ormai tramandate nelle famiglie e fatte quasi esclusivamente in casa, come la frustenga o i vucculotti sapa e noci. Di molte si rischia purtroppo di perdere la memoria. 

Tra queste ricordiamo i dolci che erano un tempo legati alle attività contadine, come i maceratesi spizzutelli tipici della spannocchiatura del granturco. 

Oppure quelli che erano fatti in particolari momenti della vita sociale, come la roccia o fulignata usata nella zona di Camerino nei rituali matrimoniali; o quelli confezionati per le feste religiose, come lu Lattacciolu fatto a Sarnano in occasione della festa di San Biagio e per il Corpus Domini. 

Alcuni di questi dolci antichi vedono curiosamente protagonisti i legumi, come nel caso dei calcioni dolci di fava o de lu cicerò. Spesso le ricette di un tempo utilizzano prodotti che la natura offre spontaneamente, come nel caso delle erbe di campo che vengono "strascinate" o della carlina, con cui si possono fare gustosi canditi e una particolarissima marmellata. 

cavallucci macerata

Tra i dolci tipici del Maceratese i Cavallucci di Apiro, il Torrone di Camerino la Pizza di Pasqua il Calcione di Treia, i Biscotti di Mosto e i Sughitti (realizzati con mosto, farina e mais) e la serpe. Ottimo il miele millefiori dei Monti Sibillini. Tra i vini tipici di Macerata il verdicchio di Matelica, il rosso piceno.

Share
comments

Viaggi

  • Four Seasons…

    Four Seasons Hotels and Resorts svela il nuovo itinerario del Four Seasons…
  • Tuffo nella storia…

    Abbadia San Salvatore (Siena) rinnova una delle più suggestive rievocazioni…
  • Gozo, relax e…

    Per gli amanti del mare, del sole e della cucina mediterranea, una visita…
  • Genova città…

    Nel 2016 ricorre il decennale del riconoscimento da parte dell'Unesco del…
  • Un'estate di…

    Tra le maestose vette del Catinaccio e del Latemar si nasconde il mondo…
  • Merano, estate ai…

    Nell'anfiteatro del Laghetto delle Ninfee, sotto la luna e le stelle,…
  • Oasi d'amore a…

    Ben 1.500 metri quadrati dedicati all'amore in tutte le sue sfaccettature,…
  • DOLOMITI 2016:…

    Ciò che è giusto per tutti, dev'essere diverso per ognuno. È questa qualità…
  • Celebrity Cruises:…

    Modern Luxury. Questa è la vera essenza di una crociera firmata Celebrity…
  • Macerata, città del…

    Macerata è uno dei più interessanti capoluoghi di provincia delle Marche.…
  • Belluno, la città…

    Belluno sorge sulla destra del fiume Piave, in mezzo a una vasta conca fra…
  • L'Italia delle…

    I Sassi di Matera sono stati iscritti nella lista Unesco nel 1993, primo…
  • Merano, ai Giardini…

    I Giardini di Sissi di Merano spalancano le porte alle famiglie con bambini…
  • Trenino della…

    Comodamente seduti sui sedili di un piccolo trenino turistico rosso fuoco,…
  • Ciuco Raduno 2.0 in…

    Il fine settimana dal 12 al 14 giugno la Val Tramontina, in Friuli, sarà…
  • Festival delle Rose…

    Profumo, colore e bellezza: è in corso fino al 10 maggio 2015 il Festival…
  • Un secolo di vita…

    Miami Beach festeggia i 100 anni e si presenta completamente mutata…
  • Torre di Pisa,…

    I lavori iniziarono il 9 agosto del 1173, che secondo il calendario pisano…
  • Pompei, la città…

    Per 1700 anni Pompei fu letteralmente cancellata dalla faccia della terra,…
  • Reggia di Caserta,…

    Carlo III di Borbone, re di Napoli, non aveva in sostanza una vera sua…
  • Colosseo, una…

    Chiamato dagli antichi Romani, "Anphitheatrum Flavlum" (Anfiteatro Flavio),…
  • A Lana la geografia…

    Good place or bad place? È la domanda tormentone dell'estate a Lana e…
  • Palio di Ferrara,…

    Bandiere al vento disegnano acrobazie in aria, cavalli al galoppo si…
  • Siena, la dolce…

    Siena, la città del Palio, è uno dei centri più visitati e più conosciuti…
  • Parco Pineta,sempre…

    Il Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate ha inaugurato l'impianto di…
  • Aosta, la Roma…

    Aosta, capoluogo elegante della regione autonoma Valle d'Aosta con circa…
  • Firenze, culla del…

    Firenze è una delle città più conosciute del mondo. È stata per molti anni…
  • I Bronzi di Riace…

    La personalizzazione dell'intera fusoliera di un aeromobile Inz e di un…
  • Parco Pineta: oltre…

    La Lombardia ha un cuore verde ricco di biodiversità, un cuore che batte al…
  • Milano,…

    Ho sempre avuto una memoria visiva insuperabile per l'amata Milano. A…
  • Bolzano, piacere…

    Detta la "città dai mille dialetti" o "degli incontri", Bolzano rappresenta…
  • Trento, una città…

    Trento è la provincia italiana dove si vive meglio secondo la ricerca…
  • Napoli la più…

    Dimenticate Firenze, Roma e Venezia, per la giornalista americana Rachel…
  • Dolomiti, slitta…

    La stagione invernale 2014 nelle Dolomiti è sotto il segno dello slittino,…
  • The Chedi…

    Il 20 dicembre 2013 si aprono ufficialmente le porte per i primi ospiti di…
  • Parco Orobie…

    Il Parco delle Orobie Valtellinesi custodisce nel suo interno montagne che…
  • Lutago, il regno…

    È un laboratorio di scultura in continuo fermento l'Area Vacanze Valle di…
  • I Mercatini…

    La magia del Natale e la bontà dei dolci tipici arrivano anche a Lagundo,…
  • Estella viaggia nel…

    "Abruzzo un viaggio nel tempo". È questo l'evocativo titolo del libro che…
  • Parco del Monte…

    Il Parco del Monte Barro, situato alle porte di Milano, è caratterizzato da…
  • Siti Unesco si…

    L'Italia è il paese dei mille campanili: il belpaese ha una profondità…
  • Val Camonica,…

    Le prime tracce dell'uomo in Valle Camonica risalgono almeno a 13mila anni…
  • Orobie Bergamasche,…

    Il Parco delle Orobie Bergamasche ha un regime di tutela che lo…
  • Bolzano, un'estate…

    MusicaArriva agosto e ancora una volta la città di Bolzano diventa capitale…
  • Trieste, eccellenze…

    Lo spettacolo di Trieste dal mare illuminata dalle mille luci della sera,…
  • Iberotel, nel verde…

    Circondato dal verde del Parco naturale “Marina di Ugento”, a pochi passi…
  • A strapiombo sul…

    Il Parco Alto Garda Bresciano, con le rocce strapiombanti nel lago, gli…
  • Cilento, paradiso…

    Un Parco con annesse riserve marine, i templi di Paestum, la Certosa di…
  • St. Moritz, clima…

    St. Moritz è una delle località turistiche più conosciute al mondo. Chic,…
  • Una borsa di…

    Taglio del nastro giovedì 15 novembre alle ore 10 per la XV edizione della…
  • Tanta natura

    Con legge n. 11 del 2 marzo 2005 è stato istituito il PARCO REGIONALE…
  • Costiera…

    La costiera amalfitana è il tratto di costa campana, situato a sud della…
  • Il nonno dei parchi

    Il Parco nazionale dello Stelvio , istituito nel 1935, è uno dei più…
  • Alla corte dei…

    Quando si arriva a Mantova il tempo sembra essersi fermato. La città…
  • Firenze, il centro…

    Patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco nel 1982, il Centro…
  • Adamello, cuore…

    Il Parco dell'Adamello si trova al centro della catena alpina, nelle Alpi…
  • Parco Pineta,…

    Il Parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate (chiamato anche…
  • L'arte in villa

    «Piazza Armerina: nel cuore della Sicilia, il cuore della Sicilia. Posso…
  • La Firenze del Nord

    Da quando lo scrittore Johann Gottfried Herder vide Dresda e il suo…
  • Bernina, viaggio…

    Un treno rosso, tra montagne verdi, spesso coperte di neve e ghiacci. E poi…
  • Un Piemonte mai…

    Ripercorrere la Via del Sale e scorrazzare in vespa tra Langhe e Roero;…
  • Colletorto, il…

    Era il 2 agosto del 216 a. C. quando, sulla riva del Fortore, il fiume che…
  • Tra mare e montagne

    Le Cinque Terre sono la Liguria all’estremo. In una regione che ha trovato…
  • Alla scoperta del…

    Il Collio all’insegna della sostenibilità ambientale. La Giant, uno dei…
  • Eolie, le isole…

    Eccolo, l’arcipelago. Dieci isolotti di cui solo sette abitati. Alicudi, la…
  • Scavi di Ercolano…

    All’ombra dell’arida schiena del formidabile monte (“sterminator Vesevo”…
  • Qualita della vita…

    Sono le ultime arrivate. Ma probabilmente le più apprezzate. Con voto…
  • Il beau vivre di…

    Consacrato alla storia negli Anni Cinquanta grazie a Brigitte Bardot e al…