E adesso cosa faccio

adessocosafaccioÈ sempre più difficile fare i genitori. Alle tradizionali preoccupazioni quotidiane (la scuola, le amicizie, i capricci), se ne aggiungono di inedite che rischiano di trovarci impreparati: le nuove tecnologie, Facebook, la realtà virtuale, ad esempio.

E adesso cosa faccio? (una frase che, prima o dopo, tutti abbiamo pronunciato) affronta le questioni più urgenti, con un taglio originale: non offre ricette o istruzioni per l'uso, ma propone uno sguardo nutrito di stima verso il bambino e il ragazzo. Con i figli, infatti, le strategie e le pianificazioni non hanno successo. Non si gestiscono i figli. I giovani sono più di ciò che sembrano, sanno costruire desideri grandi e soprattutto pensano: pensano sé, il mondo e gli altri.

Riconsiderare e rilanciare il rapporto con loro è quanto tocca, oggi più che mai, ai genitori. Perché ricompaia la soddisfazione e la pace nelle nostre case.

Dalla prefazione di Luca Doninelli:
«Supportato da una notevole documentazione, Ballerini ci fa compiere un viaggio affascinante alla scoperta dei nostri figli, presentandoceli per quello che sono: uomini dotati di intelligenza e libero arbitrio.»

L'autore del libro è Luigi Ballerini, medico, psicoanalista, membro del Consiglio della Società Amici del Pensiero, si occupa da molti anni di tematiche relative all'infanzia e ai giovani, incontrando genitori, ragazzi e insegnanti nel suo studio professionale così come presso scuole e centri culturali. Collabora con diverse testate nazionali sui temi della scuola, dell'educazione e del lavoro ed è anche autore di narrativa per giovani e adulti. Vive a Milano in compagnia della moglie e dei suoi quattro figli.

Ballerini Luigi, E adesso cosa faccio? Ripensare il rapporto fra genitori e figli, Landau-Collana Le Querce, pp.176, euro 14,50.