Il barolo solidale

asta_barolo«Il supporto economico contribuisce a poter offrire alla gioventù povera l’educazione pressoché gratuita, per il fatto che molti studenti non hanno la possibilità neppure di pagare i cinque dollari al mese richiesti come un minimo da parte della famiglia degli allievi».

Lo dice padre Roberto Panetto, salesiano originario di Ceresole d’Alba, che in Cambogia guida una scuola alberghiera, commentando l’Asta del Barolo organizzata per raccogliere fondi a favore della “Don Bosco Hotel School di Sihanouk Ville”.

Il progetto più urgente è la costruzione di altre cinque aule scolastiche. «Useremo questi soldi – spiega il salesiano -per costruire o allestire una o più aule scolastiche della scuola alberghiera a Sihanouk Ville, che stiamo espandendo per accogliere più giovani studenti, ragazzi e ragazze.
Tale progetto ci consentirà di accogliere un totale di 150 studenti per la scuola alberghiera. Il costo strutturare di un’aula scolastica è di 15mila euro. Per allestire un’aula con banchi, sedie, lavagna, attrezzature audiovisive ne servono 3mila».

Il ricavato dei 36 lotti della XII edizione dell’Asta del Barolo fa ben sperare: è stato di 39.320 euro. I più generosi hanno sborsato 16.510 euro per 11 lotti. Via collegamento intercontinentale altri 11 lotti sono andati a Hong Kong per 11.560 euro e dieci a Singapore per 11.250 euro. «È un’ottima iniziativa – sottolinea padre Panetto - per promuovere la conoscenza sui vini italiani, specialmente quelli della zona del Barolo, da parte dei giovani insegnanti e studenti della scuola alberghiera in Cambogia. I giovani infatti sono informati degli aiuti che ricevono da parte dei benefattori, che accogliamo sempre con piacere in occasione delle loro eventuali visite alla scuola».

Dopo due anni passati con i cambogiani nei campi profughi dal 1989-91 i cambogiani stessi hanno chiesto che Don Bosco accompagnasse il loro ritorno in patria per ricostruire il Paese devastato dai lunghi anni di guerra e genocidio. Così il 24 maggio 1991 i salesiani hanno iniziato la loro presenza in Cambogia con il progetto di costruire una scuola professionale per 500 allievi a Phnom Penh. In seguito nel 1998 una seconda scuola tecnica a Sihanouk Ville e nel 2003 una terza scuola elementare a Poipet per i bambini trafficati dalla Cambogia alla Thailandia. Nel 2007 a Sihanouk Ville è stata inaugurata la scuola alberghiera Don Bosco Hotel School per offrire ai giovani e ragazze cambogiani la possibilità di trovare un buon lavoro nel settore ospitalità nei numerosi hotel della cittadina e anche in tutta la nazione.

Mauro Carena

 

 

Share
comments

Valori

  • Milano, nasce il…

    È stato inaugurato "il muro della legalità" un progetto della Fondazione…
  • Junior TIM Cup, il…

    L'ex Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di calcio Giovanni…
  • L'arte della…

    Una settimana di dialogo e confronto tra esponenti del mondo della poesia,…
  • E adesso cosa faccio

    È sempre più difficile fare i genitori. Alle tradizionali preoccupazioni…
  • Obiettivo…

    Fotografo per un giorno per aiutare i malati di sclerosi laterale…
  • Il barolo solidale

    «Il supporto economico contribuisce a poter offrire alla gioventù povera…
  • Cambiare il…

    Nel portare da oltre cinquant’anni il messaggio di Gesù, sempre sulla…
  • Francesco d'Italia

    Il modo più originale per festeggiare il 150° dell'Unità d'Italia? Il…
  • Il piacere di ridere

    Se provassimo a non considerarla una cosa senza importanza, forse…
  • Amicizia, valore…

    Valore vitale e insostituibile, con le sue luci e le sue ombre, vero motore…