Cambiare il quotidiano

DonGallobis305«Il Vangelo è vita, è liberazione, è il gusto e il rischio della vita». Partendo dal concetto di utopia di Eduardo Galeano, don Andrea Gallo ci spiega: «Quando sei convinto che a trecento metri ci sia quello che vuoi raggiungere, li percorri e ti rendi conto che l’utopia è trecento metri più in là. Per questo ti dici: “Allora è veramente irrealizzabile”. Invece no, perché c’è un aspetto positivo: che si sta camminando, e l’utopia si realizza strada facendo».

Nel portare da oltre cinquant’anni il messaggio di Gesù, sempre sulla strada, sul marciapiede, sempre in mezzo agli ultimi, don Gallo ha messo insieme i suoi sei personalissimi Vangeli. Il primo è il messaggio che tutti, credenti e non credenti, possono cercare la verità costruendo un’unica grande famiglia umana. Il secondo è la Pace, la giustizia verso i più poveri, i senza dignità, non come frutto della carità-elemosina, ma del riscatto storico e della giustizia. Il terzo è appunto l’utopia, perché Gesù è nell’orizzonte della speranzadel regno.

Il quarto è la sobrietà, primo passo verso la solidarietà; il quinto, la Costituzione della Repubblica italiana, che è democratica, laica, antifascista, «e non è un optional, l’antifascismo, per nessun cittadino». L’ultimo è il “vangelo” lasciatoci da Fabrizio De André ed Ernesto Balducci, i quali ci dicono che «l’unica strada possibile è incarnarsi nella vita dei poveri e degli esclusi, non per essere travolti e abbassati, ma per vivere insieme a loro la liberazione reale».

Con la stessa energia che lo porta a girare di notte per i carrugi di Genova per aiutare chi soffre, con la stessa generosità che lo vede conferenziere in giro per l’Italia, don Gallo consegna alla parola scritta la sua personale utopia, che è poi la stessa del Vangelo: cambiare il nostro quotidiano e, di conseguenza, cambiare il mondo.

Per capire attraverso quali parole Don Andrea Gallo prega, esce in allegato al libro il suo personale e originalissimo breviario: Le preghiere di un utopista. «Quando gli uomini e le donne cercano di entrare in contatto con Dio, allora nascono le preghiere: ci sono anche delle formule prefissate, ma la vera preghiera è l’espressione che viene dal profondo del cuore».

Don Andrea Gallo (Genova, 1928) viene ordinato sacerdote nel 1959. Ha fondato e guida la Comunità di San Benedetto al Porto di Genova, offrendo asilo a persone in difficoltà. Ha scritto Angelicamente anarchico, Io cammino con gli ultimi e Così in terra, come in cielo. Per Aliberti ha pubblicato Di sana e robusta costituzione e, con Loris Mazzetti, Sono venuto per servire, già alla settima ristampa.

Don Andrea Gallo, Il vangelo di un utopista, Prefazione di Loris Mazzetti, Aliberti editore, pp. 89, € 9,90.

 

 

Share
comments

Valori

  • Milano, nasce il…

    È stato inaugurato "il muro della legalità" un progetto della Fondazione…
  • Junior TIM Cup, il…

    L'ex Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di calcio Giovanni…
  • L'arte della…

    Una settimana di dialogo e confronto tra esponenti del mondo della poesia,…
  • E adesso cosa faccio

    È sempre più difficile fare i genitori. Alle tradizionali preoccupazioni…
  • Obiettivo…

    Fotografo per un giorno per aiutare i malati di sclerosi laterale…
  • Il barolo solidale

    «Il supporto economico contribuisce a poter offrire alla gioventù povera…
  • Cambiare il…

    Nel portare da oltre cinquant’anni il messaggio di Gesù, sempre sulla…
  • Francesco d'Italia

    Il modo più originale per festeggiare il 150° dell'Unità d'Italia? Il…
  • Il piacere di ridere

    Se provassimo a non considerarla una cosa senza importanza, forse…
  • Amicizia, valore…

    Valore vitale e insostituibile, con le sue luci e le sue ombre, vero motore…