La Guida Identità Golose 2017 è on line

guida identità golose2017

A 12 mesi dal lancio della prima edizione esclusivamente online e gratuita di Identità Golose - guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo, il bilancio è più che positivo. 

Si tratta della decima edizione in assoluto, le prime 8 "di carta" le ultime 2 esclusivamente on line. Una scelta radicale e vincente che consente oggi di consultare sempre e ovunque su tutti i dispositivi digitali un prodotto fino a due anni fa soggetto ai limiti della carta stampata. 

Il vantaggio è evidente non solo in termini di distribuzione (virtualmente infinita) che ha reso immensamente più popolare la guida, ma anche in termini di aggiornamento costante: il nuovo formato consente infatti alla redazione di intervenire in tempo reale per integrare o modificare schede che inevitabilmente, talvolta a poche settimane dalla pubblicazione, possono risultare obsolete.

La piacevolezza e la pulizia grafica della precedente versione cartacea sono rimaste intatte, arricchita dal dialogo con il sito Identitagolose.it che consente l'accesso diretto a biografie, ricette, photogallery, tutti contenuti di cui il sito è notoriamente ricco che amplificano e completano il valore editoriale della guida.

Da sempre dedicata a chi desidera sperimentare i migliori ristoranti all'insegna del binomio qualità e innovazione, la Guida Identità Golose è la bussola ideale per scoprire e cosa c'è di più attuale e convincente nelle cucine d'Italia e del mondo.

L'edizione 2017, al suo debutto presenta 786 ristoranti (erano 694 nel 2016 ): 545 in Italia e 241 nel mondo. Sono 35 i Paesi esteri considerati perché la qualità non ha confini, come il congresso Identità Golose racconta da oltre un decennio.

La Lombardia è la regione italiana col maggior numero di schede: 117 di cui 64 solo a Milano. Emerge la vivacità di Piemonte e Toscana al Nord e di Puglia e Sicilia al Sud.

All'estero, recitano la parte del leone città come Barcellona, Londra, New York, Parigi.

Alla base della ricchezza e della autorevolezza della guida, curata da Paolo Marchi ideatore con Claudio Ceroni del congresso Identità Golose, c'è il lavoro redazionale di oltre 90 collaboratori italiani e stranieri fra cui molte importanti firme del giornalismo enogastronomico internazionale.

Come per le precedenti edizioni, gli autori sono andati alla ricerca dei più interessanti nuovo talenti della cucina italiana e internazionale. La guida, fin dalla prima edizione, evidenzia gli chef più promettenti che ancora non hanno compiuto 30 anni.

Una sezione speciale è inoltre dedicata alle Giovani Stelle: si tratta di 13 premi a cuoche e cuochi e professionisti della ristorazione sotto i 40 anni di età: tutte cuoche e cuochi sotto i 40 anni di età. 

Non mancano poi le migliori pizzerie e una menzione speciale ai  locali che dedicano particolare attenzione alla carta della birra o a quella dei vini e dei distillati.

Share
comments

Saperne di più