Caccia al tartufo, in Umbria si può partecipare con il cercatore

Castello-di-Petroia-Caccia-al-tartufo580

C'è un tubero magico custodito in alcune parti d'Italia, sotterrato come un tesoro. E come i veri tesori, quelli più preziosi, va cercato con una caccia in piena regola.

È sua maestà il tartufo, che si nasconde tra i 300 ettari di boschi intorno al millenario Castello di Petroia, a qualche chilometro da Gubbio (PG). Che una cena a base di questa prelibatezza miracolosa sia un evento speciale, è cosa nota.

Ma andarlo a scovare tra roverelle, lecci, querce e cerri, cercare il luogo giusto con un cacciatore esperto affiancato dal suo cane, vivere il momento in cui il bracco finalmente inizia a grattare la terra, e ancora, vederlo uscire dal suo rifugio nascosto, pronto per essere spazzolato e cucinato, freschissimo, è un'esperienza davvero avvincente.

Si può viverla dall'inizio alla tavola soggiornando al Castello di Petroia dal 1° giugno al 31 luglio 2016 e ancora in autunno, dal 1° ottobre al 22 dicembre 2016, i due periodi di apertura della ricerca del tartufo in Umbria.

Share
comments

Saperne di più