Alexis Mabille, estate bohème

alexis 400Ci sono brand ammantati di magia fin dalla loro creazione. È il caso di Alexis Mabille, marchio nato nel 2005 con una particolarità, quella di produrre capi unisex, adatti al corpo femminile come a quello maschile. Monsieur Mabille è celebre anche per aver rispolverato il farfallino o papillon: l'accessorio è diventato il suo emblema e un'icona che lui ha rivisitato nei volumi e attraverso materiali insoliti.

Il suo curriculum è di tutto rispetto: nel 1997 si è diplomato alla Chambre Syndicale de la Couture Parisienne e si è fatto le ossa da Christian Dior. In seguito ha collaborato con grandi maison come Yves Saint Laurent e Lancôme prima di dedicarsi alla creazione di una sua griffe.

Instancabile giramondo e ricercatore di tendenze, l'uomo Alexis Mabille rimescola le carte e coltiva il senso del dettaglio: per la prossima estate 2014 decide di unire le sue due anime, quella sportiva e quella chic, e lo fa con la consueta nonchalance, dando vita a un nuovo concetto di eleganza e a una nuova allure.

alexi325Il nostro uomo si diverte a mescolare grandi classici e nuove idee: le giacche scoprono il cappuccio, le camicie si arricchiscono di grandi sciarpe. E anche con la felpa, l'uomo Mabille ama indossare il papillon, a volte ben annodato, altre volte lasciato pendere con noncuranza solo apparente.

Ama giocare con le tonalità del blu e col verde kaki che colora con sprazzi di giallo senape. E da vero giramondo, sceglie e colleziona bijou ai quattro angoli del mondo, come stringhe in cuoio che si arricchiscono di nappine multicolore.
Carisma, spontaneità e spirito un po' bohème: l'uomo di Alexis Mabille si allontana da qualsiasi stereotipo di omologazione per cercare la propria strada nel mondo, strada che lui non ha paura di percorrere a passi decisi.


Emanuela Pirrè

Share
comments

Moda