Museo del Tessuto, due mostre per la primavera

museo tessuto prato580a

È una primavera dinamica e ricca di sorprese quella del Museo del Tessuto di Prato, che continua a rinnovare i contenuti delle proprie aree espositive per solleticare i cittadini ed i sempre crescenti turisti verso nuove occasioni di visita.

Viene prorogata fino al 10 giugno 2018 la mostra Marie Antoinette. I costumi di una regina da Oscar. L'iniziativa espositiva sui celebri costumi realizzati dalla costumista italiana Milena Canonero per il film di Sophia Coppola si preannuncia tra le più visitate del museo pratese. 

La proroga ha proprio l'obiettivo di dare seguito alle numerose prenotazioni ancora pendenti, oltre che collaborare attivamente alla buona riuscita della manifestazione Eat Prato (http://www.eatprato.it/it/ ) promuovendo la sinergia tra prodotti tipici ed offerta culturale del territorio.

museo tessuto prato580

Dopo la fine della mostra Il Capriccio e la Ragione, riapre al pubblico la Sala dei Tessuti antichi al piano terreno, con una mostra che valorizza la ricchissima collezione di tessuti rinascimentali del Museo. 

Il titolo della mostra è Drappi d'oro e di seta. Tessuti per le corti europee del Rinascimento, un percorso che illustra l'evoluzione delle produzioni tessili di lusso tra Quattro e Cinquecento, con oltre 120 esemplari – molti dei quali mai esposti prima al pubblico e restaurati appositamente per l'occasione dal Laboratorio di Restauro interno al museo La Tela di Penelope.

Il percorso espositivo tra i tessuti è accompagnato dalla riproduzione in grande scala di 6 grandi personaggi della vita di corte rinascimentale italiana del periodo, tra cui Bianca Maria Sforza, Elisabetta Gonzaga, Sigismondo Malatesta, Cosimo Primo de' Medici.

Share
comments

Moda