Milano moda P/E 2015, uomini duri: get sporty!

 SFILATE SS15 580

Milano come Olimpia. Negli ultimi decenni l'irruzione dello sportswear nel vestiario degli uomini ha introdotto una autentica rivoluzione in termini di forme, tessuti e tecnologie materiche.

Non stupisce quindi che nel capoluogo lombardo in passerella le olimpiadi dello stile maschile dedicate alla moda uomo per l'estate 2015, abbiano decretato la rimonta di uno stile a metà strada fra lo sport attivo e alta sartoria. 

È una nuova saldatura fra echi ginnici, tessuti hi-tech di ultima generazione adatti alla performance sportiva e spunti tailoring, mutuati dalla migliore tradizione dell'eccellenza manifatturiera tricolore. In quasi tutte le collezioni non sono mancati riferimenti espliciti al mondo dell'atletica e dell'active-wear.

Le scarpe da abbinare all'abito da grandi occasioni o per il consiglio di amministrazione aziendale sono chiuse da fasce elastiche, le stesse che chiudono certe giacche e alcuni trench e parka in cotone con una forte personalità, spesso realizzati in tessuti idrorepellenti o in cotoni che come da Jil Sander.

SFILATE SS15 580A

Qui le texture suggeriscono l'idea delle vibrazioni della musica o di un sasso gettato in uno specchio d'acqua. Da Fendi pannelli di rete sono celati dagli interni dei revers delle giacche oppure si portano spavaldamente a mò di gilet di varie lunghezze sopra la giacca classica come da Tod's, dove lo stilista press darling Andrea Incontri ridisegna il look maschile dell'abbigliamento e degli accessori del marchio del gommino.

Mentre l'Italia scende in campo nei campionati mondiali di Rio, Dolce & Gabbana presentano il loro ultimo volume patinato, Brasile Dolce & Gabbana 2014 dedicato alla nazionale di calcio che anche quest'anno la coppia creativa continua a sostenere fornendo le divise formali ufficiali a base di abiti tre pezzi e cravatte con il tricolore stilizzato e il guardaroba casual da allenamento e non.

Sia Dolce & Gabbana che Donatella Versace idealizzano in passerella un mondo di eroi e atleti temerari, dediti alla tensione fisica della performance dinamica, ma con esiti diversi.

La matrice culturale, lo spirito latino glamourizzato fra la Spagna (Dolce&Gabbana) e Cuba (Versace) assume connotazioni differenti nelle declinazioni di una mascolinità autentica, contemporanea, torrida e sfacciata.

SFILATE SS15 580C

Il Discobolo di Mirone, icona di virilità e di tensione sportiva pagana, campeggia, ricamato, sul chiodo di pelle più prezioso Made in Versace alternato a jeans ricamati à jour effetto macramè e a candidi completi di rete appena coperti da spugne drappeggiate come toghe profilate da greche d'oro.

Dolce & Gabbana invece rendono omaggio ai mitici toreador spagnoli, che con il loro Traje de Luz, il costume ridondante di ricami e passamanerie che li contraddistingue, hanno incantato le platee dei fan della tauromachia, sport cruento e sanguigno, praticato pubblicamente in Sicilia all'epoca della dominazione borbonica e in Spagna fino a poco tempo fa.

Il gran finale è un'apoteosi di un glamour caliente stile 'Sangue e Arena', fra rimandi a Rodolfo Valentino, Luis Miguel Dominguìn e Cayetano Rivera. Altro stilista altro sport: Antonio Marras dedica la sua nuova collezione maschile a Gigi Riva, campione dell'orgoglio sardo e italiano nel calcio contaminando abiti severi e inappuntabili con cappucci, coulisse, tagli ergonomici e pantaloni da smoking che paiono da jogging.

Spesso la citazione dei cliché dell'iconografia sportiva è proprio il link con un'eleganza destrutturata e informale, con un timbro di effortless chic che ha attraversato molte collezioni milanesi.

SFILATE SS15 580e

Ermanno Scervino dal canto suo abbina alla giacca chiara i pantaloni felpati leggeri da allenamento. Da Moncler Gamme Bleu, disegnata come sempre da Thom Browne, è di scena la noble art, ovvero la boxe.

Qui i modelli salgono sul ring sotto gli guardi compiaciuti di Roberto Cammarelle, oro olimpico italiano di pugilato che applaude i bermuda a quadri, i giubbotti dai volumi over, gli spolverini grigi in nylon ripstop, e le giacche a vita alta in cordura check preferibilmente dotate di cerniere al giro manica, segnata da arricciature a nido d'ape, da portare con i boots flat stile Rocky, evocato anche dalla colonna sonora dello show.

Le regate veliche in versione resortwear di lusso sono al centro dell'immaginario di Frida Giannini, direttore creativo di Gucci che pensa agli alti ufficiali della marina che reinventano un guardaroba grafico e easy che prevede completi a righe verticali un po' pirata gentiluomo, corredato da borsoni da barca in morbido vitello e loafers di coccodrillo lucido e prezioso.

Le borse per l'estate 2015 devono essere capienti e destrutturate come quelle di chi frequenta regolarmente la palestra o una scuola di danza.

 SFILATE SS15 580d

Sembrano usciti dai provini di Saranno Famosi o Chorus Line i modelli di Bottega Veneta con i loro pantaloni flou ripiegati e arrotolati fino al polpaccio che paiono mutandoni da ballerino: piaceranno forse anche a Roberto Bolle?

Da Dirk Bikkembergs Sport Couture lo sport è ancora protagonista ma stavolta si parla di Triathlon: l'ospite invitato a sfilare in pedana è il trentenne friulano Daniel Hofer, campione italiano di triathlon che dal 2000 è una disciplina olimpica.

Lo show d'impatto alterna le figure inguainate in immacolate tutine stretch molto body conscious firmate Arena alla collezione vera e propria disegnata da un team creativo interno a base di blazer a colonna da portare con i ciclisti lunghissimi, giubbini di nappa guanteria, jeans stretch fascianti e sinuosi, t-shirt che richiamano le canotte lucide a fasce incrociate sul petto nudo degli atleti, viste anche in pedana ma realizzate in nappa sottile da Calvin Klein Collection.

Per il menswear del marchio faro a stelle e strisce controllato da PVH lo stilista italiano Italo Zucchelli propone blouson in plastica lucida dai colori vitaminici e braghe largotte in nylon color carne sovrapposte ai ciclisti bianchi aderenti come una seconda pelle. Al via quindi i giochi e che vinca il migliore!

Augusto De Angelis

Share
comments

Moda