Agnello di Sardegna IGP, sapore deciso

 agnello sardo igp580

La Sardegna è la seconda isola più estesa del mar Mediterraneo, nonché regione italiana con ben otto province. Nonostante l'insularità, la posizione strategica al centro del mar Mediterraneo occidentale ha favorito sin dall'antichità i rapporti commerciali e culturali, come gli interessi economici, militari e strategici.

In epoca moderna molti viaggiatori e scrittori hanno esaltato la sua bellezza, immersa in un ambiente ancora in gran parte incontaminato con diversi endemismi e in un paesaggio che ospita le vestigia della civiltà nuragica.

È proprio in questo ambiente che viene allevato l'Agnello di Sardegna IGP, cresciuto in totale libertà, a diretto contato con il sole, il vento, l'aria pulita.Le sue fonti di alimento sono solo il latte materno, le essenze naturali e le erbe aromatiche della macchia mediterranea.

Si distingue per il suo sapore deciso, determinato dalle particolari condizioni dell'ambiente naturale in cui viene allevato, ben esposto al sole e ai venti tipici del clima sardo.

 Pecore-e-agnelli-Sardegna580

È la natura della Sardegna, con il suo clima, la sua purezza, a garantire in primo luogo genuinità e qualità del prodotto. Un agnello sardo non conosce sofisticazioni, manipolazioni, non subisce stress o forzature alimentari.

La sua dieta sana ed equilibrata è il frutto di una assoluta naturalezza che nasce da un profondo rispetto della tradizione dell'allevamento di origine millenaria. Per questo l'agnello di Sardegna IGP è un alimento ideale sia sotto il profilo nutrizionale che per quanto riguarda il gusto.

La sua carne bianca, molto tenera e magra, è estremamente digeribile e ricca di proteine nobili. Questo la rende particolarmente indicata nelle diete di tutti coloro che hanno bisogno di un alimento, leggero ma ad alto valore energetico ed è ricca di sapore, e risulta squisita in tantissimi modi, tutti semplici da cucinare.

Caratteristiche
L'Agnello di Sardegna IGP è ottenuto da pecore nate e allevate in Sardegna di razza sarda o da incroci di prima generazione con razze da carne Ile de France de Berrchon du Cher o altre razze da carne altamente specializzate.

pastore sardo580

L'Agnello di Sardegna IGP si distingue in tre tipologie: da Latte, Leggero e da Taglio, che si differenziano sulla base dell'alimentazione e del peso.

Per la tipologia Leggero, gli ovini sono alimentati con latte materno integrato con foraggi e cereali freschi o essiccati, mentre per la tipologia da Taglio l'alimentazione è composta da foraggi e cereali freschi o essiccati.

Ai capi di bestiame che soddisfano gli standard di qualità previsti dalla IGP, viene apposta una particolare fascetta sull'orecchio sinistro. La macellazione deve avvenire entro 24 ore dal conferimento degli agnelli in mattatoio.

L'Agnello di Sardegna IGP presenta masse muscolari di colore rosa chiaro e consistenza solida, con grasso di colore bianco, solido, particolarmente concentrato sulla superficie esterna della carcassa e in prossimità dei reni. La carne, caratterizzata da sapore e odore intensi, è tenera, succulenta e facilmente digeribile.

Cala-Goloritze580

Cenni storici
Il mestiere di pastore è da sempre praticato sul territorio sardo e risale a circa 3000 anni fa. Sembra infatti che i primi pastori siano comparsi sull'isola nel periodo prenuragico, anche se per avere testimonianze storiche più ricche circa l'attività della pastorizia occorre attendere l'epoca romana.

Alcune fonti storiche definiscono come fruttuoso il commercio di agnelli da latte nei mercati locali. Un'attività ormai da secoli radicata nell'isola, in grado di svolgere una funzione strutturale nel processo di conservazione delle usanze e delle tradizioni locali.

Gastronomia
Questo tipo di carne si apprezza cucinata in casseruola, cotta in forno, in umido o alla brace. Il suo sapore particolare si sposa bene con le spezie e gli aromi tipici del territorio sardo, come il mirto e il rosmarino. Ottimo il suo abbinamento con vini rossi non troppo strutturati.

Può essere conservato in frigorifero per pochi giorni e può essere consumato alla griglia, in umido e fritto ed esprime il massimo del suo sapore nella tipica ricetta sarda con mirto e rosmarino, o anche con carciofi, zafferano, limone e uova.

 sardegna montagne580

Una cucina quella sarda varia e basata su ingredienti semplici e originali, derivati sia dalla tradizione pastorale e contadina, che da quella marinara.

Come antipasti sono diffusi i prosciutti di cinghiale e di maiale, le salsicce, accompagnati da olive e funghi, mentre per i piatti a base di pesce sono svariati gli antipasti di mare.

Alcuni primi piatti tipici sono i malloreddus, i culurgiones ogliastrini, i cui ingredienti cambiano da paese a paese, il pane frattau, la fregula, la zuppa gallurese e le lorighittas.

Come secondi piatti, gli arrosti costituiscono una peculiare caratteristica, tanto che quello del maialetto è considerato l'emblema della cucina sarda.

Consorzio per la Tutela dell'IGP Agnello di Sardegna
Corso Garibaldi, 44
08100 Nuoro (NU)
Tel. 0784 200245
www.agnellodisardegnaigp.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Share
comments

Altri prodotti DOP IGP